Testimonianza di Rodrigue N.

Ero un ragazzo come molti, nato in una famiglia cattolica. Avevo i miei vizi, ma andavo in chiesa; mi ci portava papà la domenica. Di domenica, a casa si ascoltava solo musica religiosa e io e i miei fratelli siamo cresciuti cosi. Ho fatto alcuni sacramenti della chiesa; per me Dio era in cielo e noi qui sulla terra e il prete era l’UNICO intermediario fra noi uomini e Dio.

Rodrigue Ngapmou Vicino casa nostra abitava un diacono della chiesa del quartiere con il quale eravamo legati anche e, nella nostra ignoranza, andavamo da lui le sere a recitare delle preghiere, tipo il rosario a Maria, il Padre Nostro e altre preghiere ai santi. Era questa la nostra “vita cristiana”, ma fuori ognuno di noi viveva la propria vita liberalmente.
In seguito conobbi un signore cristiano, amico della famiglia della mia ragazza, il quale faceva dei lavori dove lavoravo anche io. Mi invitava sempre, ma per noi questi “born again” (nati di nuovo) erano una sette e ogni volta che ci incontravamo mi parlava di Cristo e della salvezza. Feci un viaggio per recarmi in Italia con falsi documenti; ciò mi mise in grossi guai, ma per misericordia di Dio riuscii a tornare a casa dopo che, per mesi, nessuno sapeva dove fossi finito. Mi fermai per 2 anni dalla mia disavventura.
Ero determinato, però, a rifare il viaggio. Un giorno andai dalla mamma della mia ragazza. Questa donna era cristiana e sapeva del fallimento del mio precedente viaggio e mi disse: “Devi dare la tua vita a Gesù e, se è nella sua volontà che tu parta, tutto andrà bene”. Mi misi in ginocchio e invitai Cristo Gesù a perdonare i miei peccati. Mi fece ripetere alcune parole e dopo mi affidò a quel fratello che lavorava per noi e così, la sera prima di tornare a casa mi fermavo da lui per leggere la bibbia, pregare e capire cos’era successo nella mia vita.
Lì la mia vita cambiò. Non desideravo più di partire, ma cominciai ad apprezzare tutto quello che c’era intorno a me. I miei familiari cominciarono a notare dei cambiamenti e anche questo diacono, che un giorno mi fece richiamare.
Alla fine intrapresi il viaggio per l’Italia e tutto andò bene. Arrivai in Italia, trovai una comunità e lì decisi di farmi battezzare. Ho avuto momenti alti e bassi, ma Dio è stato sempre fedele! Sono grato a Gesù per la Sua salvezza.

Rodrigue N.

Social

One thought on “Testimonianza di Rodrigue N.

  1. JEAN AIME PIDY EBONGUE ha detto:

    bravo fratello le vie di Dio sono insondabile.la bibia dichiara (psalmo139:16 ,17) i tuoi occhi videro la massa informa del mio corpo, e nel tuo libro erano tutti scriti i giorni che mi erano destinati,quando nessuno d’essi era sorto ancora.TU eri nel la volonta di DIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *