Una parola per te

5 agosto 2018

Una parola per te

Giovanni 5:1-9

1Dopo queste cose ci fu una festa dei Giudei, e Gesù salì a Gerusalemme.
2Or a Gerusalemme, presso la porta delle Pecore, c’è una vasca, chiamata in ebraico Betesda, che ha cinque portici. 3Sotto questi portici giaceva un gran numero di infermi, di ciechi, di zoppi, di paralitici [, i quali aspettavano l’agitarsi dell’acqua, 4perché un angelo, in determinati momenti, scendeva nella vasca e agitava l’acqua; e il primo che vi scendeva dopo che l’acqua era stata agitata, era guarito di qualunque malattia fosse colpito].
5Là c’era un uomo che da trentotto anni era infermo. 6Gesù, vedutolo che giaceva e sapendo che già da lungo tempo stava così, gli disse: «Vuoi guarire?» 7L’infermo gli rispose: «Signore, io non ho nessuno che, quando l’acqua è mossa, mi metta nella vasca, e mentre ci vengo io, un altro vi scende prima di me». 8Gesù gli disse: «Àlzati, prendi il tuo lettuccio e cammina». 9In quell’istante quell’uomo fu guarito; e, preso il suo lettuccio, si mise a camminare.
Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *